Presentazione della Ricerca su Angelo da Orvieto di Gaetano Rossi: sabato 26 ottobre ore 17:30 sala Trecentesca

23 Ottobre 2019

[riceviamo e pubblichiamo]. Alle ore 17,30 del prossimo sabato 26 ottobre, nella sala Trecentesca del Palazzo Pretorio di Gubbio, verrà presentata la ricerca dell’arch. Gaetano Rossi condotta sull’opera di Angelo da Orvieto che si ricorda artefice del palazzo dei Priori di Città di Castello, oggi residenza Municipale e del palazzo dei Consoli di Gubbio. L’autore, nell’ intento di ricercare elementi caratterizzanti che potessero distinguere l’opera dell’Orvietano da quella di altri architetti del XIV secolo, arriva a dimostrare come le opere di Arnolfo di Cambio autore di Palazzo Vecchio, Lorenzo Maitani associato al Duomo di Orvieto ed appunto di Angelo, non soltanto derivano tutte dall’applicazione di concetti e metodi ampiamente utilizzati dall’architetto gotico, ma addirittura presentano delle componenti aventi la stessa dimensione. Questo non può essere dato dal caso e ciò viene avvalorato anche dal fatto che tale dimensione non risulta divisibile con le unità di misura del tempo. Si viene così a sostenere l’esistenza di una scuola senese che allarga la sua influenza in Umbria, scuola della quale Angelo da Orvieto era il più giovane fautore. Ad ulteriore conferma di quanto sostenuto l’arch. Rossi, attraverso un’ampia documentazione grafica, fa emergere palesi analogie compositive tra il palazzo di Città di Castello con Palazzo Vecchio e come queste vengono poi trattate nel palazzo dei Consoli di Gubbio.

  • visualizza news 26 Maggio 2020

    Comunicato Stampa SOCIETA BALESTRIERI GUBBIO: PALIO DELLA BALESTRA 2020

  • visualizza news 25 Maggio 2020

    L EUGUBINO di maggio è ONLINE

  • visualizza news 24 Maggio 2020

    Aggiornamento meteo di domenica 24 maggio 2020

  • visualizza news 23 Maggio 2020

    Sezione Filatelica Maggio Eugubino: CARTOLINA CERI 2020

  • visualizza news 22 Maggio 2020

    ORDINANZA N. 101 del 21 maggio 2020

« L'Associazione degli eugubini che collabora con gli eugubini!»