Aggiornamento meteo di giovedì 10 giugno 2021

10 Giugno 2021

A cura di OLIMETEO

ESTATE, PROVIAMOCI! STAVOLTA SUL SERIO.

Ebbene sì, dopo le non−piogge (abbiamo raccolto appena 2mm: i modelli hanno ciccato, nonostante noi parlassimo di una normale piovuta) e la leggerissima "rinfrescata", grazie ai venti di grecale di questi giorni (non confondete la radiazione solare, che è al top in questo periodo e inevitabilmente scalda, con la circolazione, che ci sta dando un Azzorre con le sue propaggini orientali e rientri di flussi da nordest), dopo questa fase, dunque, ECCO CHE L'ESTATE, QUELLA VERA, SCALDA I MOTORI. SARÀ UN PRIMO ABBOZZO, MA SI FARÀ SENTIRE.
Infatti la circolazione non è ancora di quelle insindacabilmente da hp duratura, ma ancora un po' intricata: solo certi tasselli, che vanno a incastrarsi nei punti giusti, ci offriranno, almeno temporaneamente, una FASE PRETTAMENTE ESTIVA.
E vedremo DUE DINAMICHE all'interno di questa fase:

A) TRA 11 E 13 AZZORRE IN ESTENSIONE VERSO IL CONTINENTE fino in Germania e Mitteleuropa e in parte anche per noi con le sue propaggini. Grazie a questa manovra si staccherà un cut−off che cadrà in zone balcaniche (questo porterà lembi di aria "fresca" sulle sponde adriatiche per un brevissimo lasso, tra 14 e 15).

B) TRA 14 E 17 RICHIAMO DI ARIA AFRICANA CON PROMONTORIO MOBILE, grazie ad una classica lacuna barica in zona portoghese, che risucchierà dall'entroterra magrebino−algerino flussi sahariani. Non sarà l'anticiclone africano in blocco, ma solo una dinamica di richiamo. Nel contempo la "goccia" balcanica si allontana, scacciata verso Mar Nero e Turchia.

Gia tra sabato 12 e domenica 13 l'aria azzorriana, quindi di origine oceanica, si miscelerà con quella più calda di estrazione continentale, in questo passaggio di consegne. Poi l'Azzorre farà dietrofront verso l'oceano, lasciando spazio al promontorio africano, anche perché dall'Islanda si avvicinerà alle isole britanniche una saccatura che si frapporrà all'asse oblungo dell'Azzorre recidendolo. La saccatura, poi, scenderà un po', avvicinandosi alle Alpi, mentre la cupola africana sarà compressa e spinta verso est/nordest. Ma siamo già molto in là col dominio previsionale.

Riassumendo: CALDO IN AUMENTO, PRIMA IN UN IBRIDO AFRO−AZZORRIANO, POI PER QUALCHE GIORNO PIÙ AFRICANO.

VENERDÌ−GIOVEDÌ: senza stare a dettagliare le singole giornate, diciamo soltanto che il sole sarà prevalente. Rimarrà solo qualche spina di flebile instabilità nelle ore centrali e, coll'aumentare delle temperature, qualche tipica "bolla di calore", ovvero la possibilità, tipicamente estiva, di uno sgrullo o un temporale isolato nelle ore a maggior accumulo di energia. Normale amministrazione.
Temperature che, a parte venerdì (stabili), cominceranno a portarsi sui 30 e anche qualcosa di più con punte di 32/ 34 nella fase più calda. Un po' di grecale soffierà, ma fioco, lungo il bordo orientale dell'hp, di ritorno dal cut−off balcanico, a mitigare un tantino giusto lungo il litorale adriatico, ma queste ingerenze saranno davvero infime.

Vista la distanza, ci teniamo a sottolineare che eventuali variazioni nei modelli verranno riaggiornate. Comunque, fatta una media dei più grandi modelli previsionali, l'andamento pare abbastanza inquadrato.

In calce le 2 fasi (A e B) descritte sopra.

  • visualizza news 21 Giugno 2021

    CENA DI SAN GIOVANNI: mercoledì 23 giugno ore 20:00

  • visualizza news 19 Giugno 2021

    Patente da Matto Onorario al conduttore radiofonico LINUS

  • visualizza news 19 Giugno 2021

    La Fiera di San Giovanni non avrà luogo, la configurazione della città non lo permette

  • visualizza news 18 Giugno 2021

    Imbandieramento medievale: iniziata l'applicazione dei porta bandiere.

  • visualizza news 18 Giugno 2021

    E’ l’ora del Tartufo estivo: parte il 25 la Mostra Mercato

« L'Associazione degli eugubini che collabora con gli eugubini!»